Ние, врабчетата Yordan Radichkov

ISBN: 9789543160440

Published: 2008

Paperback

134 pages


Description

Ние, врабчетата  by  Yordan Radichkov

Ние, врабчетата by Yordan Radichkov
2008 | Paperback | PDF, EPUB, FB2, DjVu, AUDIO, mp3, ZIP | 134 pages | ISBN: 9789543160440 | 9.69 Mb

Jordan Radičkov viene a soddisfare il mio bisogno di fiabe proprio quando pensavo che non avrei più trovato qualcuno capace di tenermi concentrata su animali che parlano, bambini, fionde e grandi viaggi ad Est fatti volando. Noi passerotti è la seconda felice lettura di questo autore bulgaro che faccio e continuo ad essergli molto grata per i sorrisi che mi procura: cè più di una morale, più dellassurdo o del magico e più di una nidiata di passerotti. Cè una grandissima tenerezza e una forza infantile talmente incosciente ed inconsapevole di se stessa da poter essere solo commovente.

Ed in ogni uovo, in ogni uccellino ritroviamo un compendio di vizi e virtù che sono tutte nostre: la civetteria, la spensieratezza, la supponenza, lamore, la generosità, il coraggio, il tradimento e la vendetta. Così le gazze riducono a brandelli il falco che ha distrutto le loro covate, e i passerotti occupano la scuola da cui i bambini del villaggio si divertivano ad importunarli, costringendoli a seguire le lezioni nel gelo del cortile...ma cè anche un compagno che spicca il volo e del quale ritornano a terra solo le piume (Bambini, se da qualche parte, lungo il vostro cammino, incontrate delle piume duccello, non passate oltre.

Sollevatele da terra e fatele volare - loro ve ne saranno molto riconoscenti. Perché un uccello può morire, ma le sue piume sono sempre vive.) e il piopio! spaventato di qualcuno che è caduto dal nido. Limmaginazione di Radičkov è sconfinata, proprio per questo suo essere così domestica e la sua, è una prosa del ricordo (cit.): ed è proprio un sapore antico ciò che resta alla fine, una nostalgia per qualcosa che è attorno a noi sempre e di cui non sappiamo più ascoltare la voce.Concludo riportando il finale di uno dei tanti capitoli che mi sono ritrovata a sottolineare: Così si concluse la nostra traversata del Danubio, dopo ognuno continuò a vivere a modo suo.

Ricordo che solo di tanto in tanto il Pedone mi diceva nellorecchio: Sai Giff, un pedone, mentre cammina e fischietta spensierato, sente che lanima gli si fa leggera e luminosa, e cè un attimo in cui gli sembra di volare! Lo sento proprio qui, sotto al cuore, non so perché sia così, ma è così.



Enter the sum





Related Archive Books



Related Books


Comments

Comments for "Ние, врабчетата":


myhealthyspace.pl

©2009-2015 | DMCA | Contact us